Pappardelle al ragù di cinghiale, i trucchi per farle perfette

Il gusto di cacciagione delle pappardelle al cinghiale conquista tutti quanti a tavola. Prepararle non è difficile, solamente i tempi di cottura saranno molto lunghi

Altre ricette...

VUOI RICEVERE GRATIS LE NOSTRE RICETTE?
ISCRIVITI AL GRUPPO

Le pappardelle al cinghiale sono una vera e propria bontà, caratterizzate da un sapore di cacciagione unico nel suo genere. Prepararle non è difficilissimo ma, se si vuole un risultato a livelli di ristorazione, sarebbe meglio preparare la pasta fatta in casa. In questo caso ovviamente, i tempi di preparazione si allungheranno non di poco ma il risultato vi renderà veramente orgogliosi di quel che servirete in tavola.

Tra le nostre ricette c’è anche tutto il procedimento per la preparazione della pasta fresca colorata, perfetta per questo tipo di ricetta. Bisognerà solo ricordarsi che, per fare le pappardelle, si deve tagliare la pasta leggermente più spessa.

- Advertisement -

Se vuoi ricevere Gratis le ricette sui Primi Piatti iscriviti al nostro canale Whattsapp.

Ingredienti pappardelle al ragù di cinghiale per 4 persone

  • 320 gr pappardelle all’uovo
  • 500 gr di cinghiale macinato
  • 400 gr passata di pomodoro
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • mezza cipolla
  • 50 gr di sedano
  • 1 carota
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 foglie di alloro
  • 10 bacche di ginepro
  • sale fino q.b.
  • pepe nero q.b.

Procedimento delle pappardelle al ragù di cinghiale

Iniziate preparando il soffritto con la carota, il sedano e la cipolla. Potete tagliare tutto quanto a mano oppure tritare grossolanamente in un mixer. Mettete quindi a fuoco medio basso il soffritto e fate cuocere aggiungendo anche l’aglio diviso in due pezzi che, in questa maniera, sarà più facile da togliere. Lasciate stufare il tutto per una decina di minuti a fiamma dolce quindi aggiungete anche il macinato di cinghiale, il rametto di rosmarino sminuzzato, le foglie di alloro e le bacche di ginepro.

Ora alzate leggermente la fiamma e lasciate rosolare per circa 10 minuti. ricordatevi di mescolare con un cucchiaio di legno per evitare che si attacchi.

Aggiungete il vino rosso e lasciate sfumare la parte alcolica quindi unite anche la passata di pomodoro. Aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere con un coperchio per circa 3 ore e mezza a fuoco basso, questo è uno dei trucchi per ottenere un ragù delizioso e dolce.

Passato questo tempo ci sarà bisogno di ancora una cottura di 30 minuti senza coperchio per far rapprendere il sugo. (Questo è il nostro secondo trucco)

Cuocere le pappardelle

Iniziare a cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata quindi scolate la pasta e versatela nella padella con il condimento. Mescolate il tutto e servite con un’abbondante grattugiata di parmigiano o di pecorino.

Consigli

Per accompagnare questa pasta c’è bisogno assolutamente di un vino molto corposo. Un Chianti ad esempio sarà perfetto ma si può andare anche in Piemonte per stappare un buon Barbera del Monferrato frizzante.

Se invece preferite i vini del sul la scelta non può che cadere su un primitivo di Manduria.

Ultimi articoli

Altre ricette