Pasta alla Giancaleone, classico primo cosentino

La pasta alla Giancaleone è un piatto molto buono ed economico le cui origini sono poco conosciute, ecco come farla in casa

Altre ricette...

VUOI RICEVERE GRATIS LE NOSTRE RICETTE?
ISCRIVITI AL GRUPPO

La pasta alla Giancaleone è diventata, ma non da tantissimi anni, un piatto tipico della città di Cosenza. Come è facile immaginare, come spesso accade con i piatti del sud, linea e leggerezza sono da dimenticare, in compenso si verrà totalmente avvolti da sapori genuini ed intensi.

Tradizionale si ma come detto, non è un piatto antico. Le origini non sono ben note ma, se volete mangiarle, sicuramente a Cosenza troverete tantissimi posti che le faranno buonissime. Si tratta di un piatto decisamente economico, saporito e nutriente ma, scegliendo ingredienti di qualità, potrete prepararlo anche a casa come se foste al ristorante. Provate anche la pasta alla carcerata è buonissima.

- Advertisement -

Se volete ricevere Gratis le ricette sui Primi Piatti iscrivetevi al nostro canale Whattsapp

Ingredienti pasta alla Giancaleone per 6 persone

  • 500 g di rigatoni
  • 700 g di passata di pomodoro
  • 100 g di pancetta tesa
  • 200 g di scamorza affumicata o provolone silano
  • 100 ml di panna da cucina
  • olio EVO q.b.
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.

Procedimento pasta alla Giancaleone

Iniziate mettendo la pentola dell’acqua sul fuoco per risparmiare tempo, la preparazione della pasta alla Giancaleone infatti è molto rapida.

Tagliate a cubetti la pancetta e rosolatela in padella con poco olio EVO. Versate quindi la salsa di pomodoro nella padella e cuocete a fuoco lento mescolando per evitare che si attacchi.

Tagliate a cubetti regolari la scamorza affumicata e tenetela da parte. Ora versate la panna nella padella con il sugo e mescolate bene.

Scolate la pasta leggermente al dente, 2 minuti prima dovrebbero bastare. Trasferitela nella padella amalgamandola con la salsa di pomodoro e panna. Aggiungete anche la scamorza affumicata e continuate a girare continuamente in modo che il formaggio si sciolga perfettamente senza che formi grumi. La pasta dovrà risultare bella filante. Aggiungete anche il pepe nero e la vostra pasta alla Giancaleone è pronta per essere impattata. Aggiungete a piacere 2 foglie di basilico fresco.

Consigli

Esistono due versioni di questo primo. Si può infatti preparare anche con lo speck oppure col guanciale, ma in questo caso meglio non aggiungere olio per rosolarla perché risulterà già molto grassa.

Vi consigliamo di abbinare al piatto un Rosso di Montalcino DOC oppure una Barbera d’Asti DOCG. 

Ultimi articoli

Altre ricette