Tagliatelle con pesto di pistacchi e pomodorini, un primo velocissimo

Le tagliatelle con pesto di pistacchi e pomodorini sono un primo che, se preparato con ingredienti al top, saranno degni della miglior puntata di MasterChef

Altre ricette...

VUOI RICEVERE GRATIS LE NOSTRE RICETTE?
ISCRIVITI AL GRUPPO

Tagliatelle con pesto di pistacchi e pomodorini è un primo con cui fare un vero figurone con il minimo sforzo. Gli ingredienti da utilizzare sono veramente pochi e, per un risultato al top, meglio comprarli di estrema qualità.

Per i pistacchi ad esempio, consigliamo vivamente quelli di Bronte che daranno uno sprint gourmet al piatto, al pari dei pomodorini che dovrebbero essere i ciliegino, molto più dolci delle altre qualità.

- Advertisement -

Se vuoi provare altri fantastici primi piatti, prova anche le nostre tagliatelle al pesto di rucola ma soprattutto, provate a fare le tagliatelle in casa.

Ingredienti tagliatelle con pesto di pistacchi e pomodorini per 4 persone

  • 500 gr pistacchi di Bronte
  • 50 grammi di basilico
  • 200 gr pomodorini ciliegino
  • olio evo
  • spicchio d’aglio
  • 30 gr pecorino
  • 80 gr parmigiano reggiano
  • sale q.b.
  • 320 gr di tagliatelle fresche

Procedimento

In una padella scaldate l’olio con uno spicchio d’aglio schiacciato a coltello e fate saltare i pomodorini ciliegino. Una volta cotti trasferite il tutto in un mixer insieme ai pistacchi privati della pellicina. Aggiungete il basilico, il pecorino e il parmigiano e 2 cucchiai di olio Evo. Aggiustate di pepe a vostra discrezione, secondo gusto.

Se il pesto vi sembra troppo denso, aggiungete ad occhio un pochina d’acqua, anche quella di cottura delle tagliatelle andrà più che bene, ma occhio al sale.

Intanto cuocete la pasta al dente, scolatela nella padella dove avete cotto i pomodorini e aggiungete il pesto di pistacchi. Aggiungete anche un ulteriore mestolo di acqua di cottura se la pasta vi sembra troppo asciutta. Mantecate con parmigiano e pecorino a fuoco spento per evitare che si formino grumi e servite ancora fumanti.

Consigli

Rispetto al famoso pesto ligure questo ha un sapore leggermente differente ma l’abbinamento dei vini che si può fare, a nostro modo di vedere, varia ben poco. Potete provare con un buon Fiano d’Avellino, oppure con un Vermentino di Gallura.

Ultimi articoli

Altre ricette